Asma: un peggioramento dei sintomi legati ad un elevato consumo di salsicce evidenziato

Asma: un peggioramento dei sintomi legati ad un elevato consumo di salsicce evidenziatoIl consumo di salumi, recentemente classificato come cancerogeno per l’OMS, sarebbe anche essere associata con un peggioramento dei sintomi di asma nel corso del tempo. Tutto dipende dalla quantità consumata.

Questo è un nuovo avvertimento che confermano precedenti studi sull’argomento. È sempre più noto che il consumo di carne rossa, specialmente trasformati a base di carne come salsicce , dovrebbe essere limitato a causa CHE si è classificato il primo come “probabilmente cancerogeni per l’uomo (Gruppo 2A)” e la seconda come ” Cancerogeno per l’uomo (Gruppo 1)”.

In particolare, un maggiore rischio di cancro del colon-retto (50 grammi di carne al giorno aumenta il rischio del 18%), cancro del pancreas e il cancro alla prostata. Infine, il consumo di salsiccia sarebbe anche aumentare il rischio di malattia polmonare ostruttiva cronica (BPCO), malattie respiratorie croniche a causa della progressiva ostruzione delle vie aeree.

Uno studio condotto da Inserm ricercatori, i cui risultati preliminari era già stato rivelato , questa volta associa un elevato consumo di salsiccia (almeno quattro volte alla settimana) con un aggravamento dei sintomi di asma nel corso del tempo. Per giungere a questa conclusione, i ricercatori hanno seguito per sette anni 1000 partecipanti EGEA ** di studio.

Maggiore è il numero di porzioni, maggiore è il rischioMaggiore è il numero di porzioni, maggiore è il rischio

Durante questo periodo, il 20% dei partecipanti ha riportato un peggioramento dei loro sintomi di asma . Questa infiammazione dei bronchi si manifesta più spesso da respiro sibilante, tosse secca e una sensazione di soffocamento o di peso sul petto, anche se i sintomi variano da un asmatico all’altro.

Per capire perché l’Inserm i ricercatori erano interessati nella loro dieta e l’impatto di Inserm sull’indice di massa corporea (BMI) dei pazienti, noto per essere un fattore di rischio per L’insorgenza di asma . Dopo aver tenuto conto di questo parametro per regolare i risultati, l’ultimo spettacolo che solo il 14% dell’associazione di asma / salumi è stato spiegato da obesità.

I risultati dello studio, pubblicato nel Torace , mostrano anche che tra coloro che hanno mangiato una porzione di carne trattati o meno ogni settimana, la percentuale di persone con sintomi di asma e peggiorata è stato del 14%. Di coloro che hanno mangiato uno a quattro porzioni alla settimana, la percentuale era del 20%, e del 22% tra quelli di mangiare quattro o più porzioni.

Quali sono le raccomandazioni in Francia?Quali sono le raccomandazioni in Francia?

Chiaramente, questa cattiva abitudine non solo ha un effetto diretto sui sintomi di asma , ma anche un effetto indiretto a causa dell’aumento del BMI comporta.

“Questi risultati ampliare l’effetto diretto della dieta sull’asma negli adulti. Al fine di preservare la salute respiratoria della popolazione, messaggi di sanità pubblica devono essere messe in atto rapidamente per limitare il consumo di insaccati , “Dice Zhen Li, co-autore delle opere.

Un messaggio di prevenzione che va nella direzione di quella dell’Anses *** che raccomanda nel suo nutrizionali più recenti aggiornamenti di non consumare più di 25 grammi di salumi e non più di 70 grammi di carne al giorno.

* Istituto nazionale per la Salute e Medici

Ricerca * studio Epidemiologico dei fattori genetici e ambientali dell’asma, iperattività bronchiale e atopia.

*** Agenzia nazionale per la Salute, il Cibo, l’Ambiente e Lavoro

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *